Amministrazione Trasparente/Altri contenuti/Accesso civico

L'art. 5 del Decreto legislativo n. 33 del 14 marzo 2013 "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni" ha introdotto il diritto di accesso civico, che riconosce a chiunque il diritto di accedere a dati e documenti senza necessità di dimostrare un interesse legittimo.

A seguito dell'approvazione del Decreto Legislativo 97/2016, è possibile distinguere due forme di accesso civico:

 

 

 

Le due attuali tipologie di accesso civico hanno finalità e modalità di esercizio differenti. L’esercizio di entrambi i diritti deve avere ad oggetto esclusivamente la richiesta di documenti, informazioni o dati relativi ad attività di competenza dell’Albo nazionale dei segretari comunali e provinciali.

 

Rimane ferma la possibilità di esercitare il diritto di accesso ai documenti amministrativi previsto dalla Legge n. 241/1990 e successive modifiche. È riconosciuto a chiunque vi abbia interesse, nell’ambito di un procedimento amministrativo, per la tutela di situazioni giuridicamente rilevanti.